martedì 13 gennaio 2009

mi domando e dico...

vorrei sapere davvero cosa cavolo mi apetta dopo tanto studio.
A volte ho la sensazione che la nuvola di Fantozzi mi segua da quando Paolo Villaggio ha deciso di abbandonarla.
Cazzarola, ho una laurea in scienze dell'educazione raggiunta col massimo dei voti, a causa della mia passione dei bambini ho deciso di prendere l'abilitazione all'insegnamento iscrivendomi a scienze della formazione primaria. Per la mia gioia mi hanno convalidato molti esami, ma per la gioia dell'università hanno deciso di iscrivermi comunque al primo anno di corso impedendomi di fatto di poter fare gli esami che mi mancano alla laurea(per la maggior parte appartenenti agli ultimi anni). Dopo un anno di cause ed appelli (e soldi spesi) riesco ad essere ammessa all'anno che mi spetta: il 4° anno. Bene! Si, però ora mi tocca recuperare non solo gli esami che mi mancano, ma anche tirocini, laboratori(che ho scoperto essere semplicemente 24 ore da passare all'università ascoltando un prof che parla di un argomento qualsiasi purchè si spenda quel tempo designato (non c'è una relazione da portare, una prova da sostenere alla fine, nulla solo perdere il tempo, e pensare che devo farne sei di sti laboratori).
In pratica mi ritrovo ad andare tutti i giorni in ateneo, seguire tutte queste emerite c****** e appena ho tempo, e dato che mi mantengo agli studi dando ripezioni è davvero molto poco, mi tocca studiare per fare tutti gli esami che avrei potuto fare con molta più calma se solo mi fosse stata data la possibilità si sostenerli già dall'anno scorso.
Tutto questo è nulla se poi arriva quella donnina tanto aggraziata che decide che noi insegnanti e futuri insegnanti del sud siamo "dequalificati" o che non dobbiamo dividerci i compiti insegnando per moduli, ma uno solo deve fare tutto!!!
Forse è vero che il maestro unico in passato è stato una grande guida per molti, ma forse la "dottoressa" dimentica che siamo nel 2009 e che i bambini non possono accontentarsi di un insegnante che decide in base ai propri esclusivi gusti e alle proprie competeze quanto tempo dedicare a ogni materia (è ovvio che se non capisce un tubo dei matematica o di inglese tenderà a ridurre al minimo le ore da dedicarvi).
Basta, finito lo sfogo.....

Nessun commento: