sabato 28 febbraio 2009

vorrei tanto riuscire

a mettere su carta un racconto che mi tormenta cuore e mente da molto, ma non so davvero da dove partire...
passato il momento di scrittura di getto tutto mi sembra stupido e senza interesse, una storia insomma che anch'io non leggerei mai.
Nel mio cuore sento e "vivo" questa storia come una storia d'amore che intreccia stili di vita diversi dei protagonisti, vite diverse e destini lontani che però hanno il tempo di incrociarsi e di diventare indimenticabilmete passionali...ma quando scrivo mi vien fuori fin dalle prime righe una storiella che fa tanto linea Harmony...azzarola ma come si fa a mettere su carta ciò che la mente ha già plasmato...
questa storia mi tormenta..uff

mercoledì 25 febbraio 2009

specchio e alienazione


Oggi è stato davvero piacevole ascoltare un docente che non fornisse semplicemente saperi come fossero caramelle da assaggiare senza chiedersi cosa si stesse ingerendo.

E' stato illuminate riflettere sulla fuzione dello specchio nella vita di ognuno di noi e di come ci alieniamo all'immagine che vediamo riflessa.

In effetti è una questione percettiva molto più complessa della cognizione psichica tanto decantata da Freud.

Dal momento in cui il bambino (all'età circ di 8 mesi) percepisce attraverso lo specchio la propria immagine come unitaria, inizia un lavoro di riconoscimeto del se come essere unitario percepito nello specchio che ci rende dipendenti da ciò che vediamo e da ciò che gli altri vedranno.Ecco allora che ritorna a galla il buon vecchio "uno nessuno e centomila" che ci ricorda che siamo in qualche modo assolutamente dipendenti da ciò che gli altri vedono, che gli altri vogliono, che noi serviamo con tanta riverenza lasciando poi a sprazzi istantanei la follia della "cariola". Istanti di pura follia nei quali siamo inverosimilmente noi stessi....

martedì 24 febbraio 2009

sto preparando


le Chiacchiere (chiamate anche frappe, bugie ecc.) Benvenuti tutti coloro i quali volessero dare una mano nella preparazione o...nella degustazione.

P.S. le mie chiacchiere sono ricoperte per metà da cioccolato fondente.

sabato 21 febbraio 2009

finalmente


ho terminato gli esami.
Benchè avessi deciso di smettere di studiare a fine gennaio, le mie pazze colleghe di università mi hanno trascinato nella folle avventura di un esame preparto in soli 4 giorni. Beh è finita! Finalmente, lasciato alle spalle anche questo esame non previsto ora posso concentrarmi del tutto su me, anzi su di noi... in fondo c'è un matrimonio da organizzare.
P.s. inoltre ora posso cominciare il libro sul mio comodino che aspettava da un pò.
P.P.S Cap, credi che potrei trovare il tuo romanzo alla feltrinelli di via roma (a napoli)?

giovedì 12 febbraio 2009

non credevo fosse vero, invece...


è da qualche giorno ormai che con una certa gioia nel cuore giravo come una bambina incantata e affascinata in un mondo del tutto nuovo che è quello degli atelier da sposa. Da tanto desideravo questa ricerca dell'abito perfetto.
Tutte le donne che mi circondano non hanno fatto altro che dirmi "vedrai che l'abito giusto ti troverà e non potrai non accorgertene". La mia ansia mi diceva "e se non me ne accorgo? e se nessun vestito mi provocasse quelle emozioni che tutte sembrano aver provato? e se dovessi trovare il mio vestito solo dopo aver comprato un altro vestito?". Frivolezze, sciocchezze, ma la mia vita è fatta anche di eventi leggeri come questi e ne sono felice.

Comunque, dopo tante prove, tanti sorrisi (alcuni erano davvero orribili ed è stato meglio riderci su), indecisione e tante "non so mi sembra manchi ancora qualcosa" eccolo che arriva! Ho richiesto espressamente alla commessa quel marchio, quel modello da provare per semplice curiosità.
Nello stesso istante in cui la commessa entra con quell'abito non riesco a far altro che piangere di gioia. Indossato, il primo pensiero è stato: andrà tutto bene!

mercoledì 4 febbraio 2009

mi spiegate


come cavolo si fa a sbagliare due rigori dopo che in pratica ce ne hanno regalati due???

Cazzarola sono proprio incazzata nera