giovedì 22 aprile 2010

trasloco in atto...

un casino di cose da portare a casa nostra finalmente, ma ancora non abbiamo scelto il gestore telefonico... un pò di astinenza dal blog, perdono.

venerdì 2 aprile 2010

ecco!

ora qualcosa da dire ce l'ho! Sto tremando dalla rabbia!
Proprio ora rincaso da una rapiada visita in profumenria, fatta per augurare buona pasqua alla commessa mia amica e al gentile proprietario.
Appena uscita per rincasare vedo sul marciapiedi un ragazzo con le lacrime agli occhi e una ragazza che lo guarda impotente. Lo so, probabilmente avrei dovuto farmi gli affari miei, ma mi sono avvicinata e ho chiesto se tutto fosse a posto, la verità è che il ragazzo, di nazionalità non italiana, era caduto facendosi male alle caviglie (suppongo per un salto, dato che aveva male alle due caviglie). Gli ho detto di correre al pronto soccorso, ma lui mi ha risposto che era già stato in due ospedali ma non l'hanno fatto entrare perchè senza documenti. Sono andata su tutte le furie. Gli ho detto di dire che aveva dimenticato i documenti, ma mi ha risposto che ci aveva già provato. A quel punto gli ho detto cosa prendere per il dolore, data la mia recente esperienza e di trovare un medico qulunque che gli desse un occhiata per controllare che non fosse rotto. Ma come cavolo si fa, mentre la stessa america prova ad offrire assistenza sanitaria a un sempre maggior numero di persone, a non offrire soccorso ad una persona? Mio dio come piangeva quando gli ho detto che doveva starsene fermo per un pò, ma come si fa a decidere di far soffrire un altro essere umano? non ci posso credere...

Smile

lasciar scorrere la mano sulla tastiera, nulla nella mente ma tanta voglia di scrivere. Non importa cosa e manco so se ho qualcosa di particolarmente intelligente, profondo, interessante, indignato da dire, ma scrivo. In fondo anche James Joyce pare facesse così, non che voglia fare il minimo paragone con lui, non potrei davvero eppure l'ho fatto.
Che poi, chi cavolo era lo stesso Joyce prima che qualcuno lo leggesse? Anch'io posso essere Joyce, anzi, oggi sono Joyce!
MMM.... come iniziare?
Vabbeh va, Domani sono Joyce.